Più come questo nelle categorie: Informazioni sulla Georgia / Informazioni di viaggio

L'avvocato Go Georgia - Parte 1

2011, metà luglio: lo scioglimento della neve nelle Alpi è terminato, i kayakisti europei in acque bianche scalano le valli glaciali del Tirolo e delle Alpi francesi per cacciare fiumi di classe 5. A 2700 chilometri a est, sei barboni di Advocate sonnecchiano in un dormitorio surriscaldato nel centro di Tbilisi. Il volo della scorsa notte è stato più lungo del previsto. Il forte vento a Istanbul ha ritardato entrambi i voli per ore, il caos dell'aeroporto ci ha portato anche quattro bagagli con alcune magliette e attrezzatura da paddle. Questo non dovrebbe impedirci di scoprire i fiumi di uno dei paesi più belli di quel pianeta: la Georgia, l'ignoto paradiso del kayak nel cuore del Caucaso. Cinque ore dopo ci troviamo all'ingresso di Pshavis Aragvi 60 chilometri a nord della capitale. 

Geilo Stylo - Sleia, Basi e Scheuer all'Aragvi put-in.
Geilo Stylo - Sleia, Basi e Scheuer all'Aragvi put-in.
Mentre gli altri stanno lottando, Master Eder è già entrato nella fase di volo.
Mentre gli altri stanno lottando, Master Eder è già entrato nella fase di volo.


Sleia, Basti ed io presentiamo l'haute couture dell'est: caschi, giubbotti di salvataggio e pantaloncini in neoprene (purtroppo non c'erano giubbotti asciutti) che abbiamo dovuto prendere in prestito dal riverman locale e guida di zattera Misha. Rock n roll! L'Aragvi è il riscaldamento perfetto per i fiumi georgiani. I canoisti alpini lo chiamerebbero classe 3+ di avanzamento rapido, paragonabile ai fiumi Soelk in Stiria o Guisane nelle Alpi francesi. Per la scala georgiana è un fiume piuttosto tecnico. Dopo aver remato altri classici caucasici, lo chiameremmo anche pool and drop. Inoltre nella sua parte più alta c'è in attesa una cascata pulita di quattro metri. Se ti va potresti tentare anche le successive tre miglia di torrente di classe 5… Un ottimo inizio per le prossime due settimane! Misha ci ha messo in contatto con il nostro pilota Webkho che ci porterà le prossime due settimane nella sua Mercedes Sprinter super-grande. Il mio amico Gio, guida alpina e sciistica sempre sorridente in tutte le regioni del paese, oltre che proprietario dell'unico servizio di corriere in bici di Tbilisi, completa il nostro team e si occupa di guida culturale e traduzione.

Aspetto massiccio - Monte Kazbek (5033 m) che domina Stepantsminda.
Aspetto massiccio - Monte Kazbek (5033 m) che domina Stepantsminda.
Incredibilmente verde, incredibilmente bella: la gola del Truso del fiume Tergi.
Incredibilmente verde, incredibilmente bella: la gola del Truso del fiume Tergi.
Pochi ponti di tubi spingono i canoisti a spremere o trasportare.
Pochi ponti di tubi spingono i canoisti a spremere o trasportare.

La mattina dopo finalmente andiamo a prendere gli zaini mancanti all'aeroporto e ci incamminiamo dritti sulla strada a nord verso il confine russo. Questo asse principale della rete stradale georgiana chiamata Georgian Military Road ha perso un po' di importanza negli ultimi anni poiché la Russia ha chiuso il confine per la maggior parte dei viaggiatori. Dalla breve guerra del 2008 solo i cittadini russi e armeni possono entrare nella repubblica di confine dell'Ossezia del Nord. La strada si snoda lungo gole incredibilmente profonde scavate nella roccia di ardesia nera e sul passo di montagna Jvari di 2379 metri. La maggior parte della strada attuale è stata costruita dai prigionieri di guerra tedeschi nella seconda guerra mondiale. Sul versante settentrionale del passo Javri è in attesa il fiume Tergi. In Unione Sovietica era rinomato come uno dei grandi classici delle acque bianche caucasiche, la maggior parte delle sezioni interessanti si trovano ora in Russia. Ma ancora la parte superiore fino a Stepantsminda (il villaggio principale locale, chiamato anche Kazbegi) ci delizia con i suoi 30 chilometri di acqua grande di classe da 4 a 5+. Accanto al monte Kazbek, alto 5033 metri, il Tergi offre una corsa laterale di 25 chilometri da Okrokana a Stepantsminda. Si parte abbastanza facile ma veloce in un ampio letto ghiaioso prima che il fiume tagli i detriti di alcuni affluenti laterali. Lo stile ricorda l'Oetz superiore in Austria. Due ponti di tubi ben visibili possono essere pagati (attenzione alla testa!) O facilmente trasportati. Tuttavia un breve canyon sorprende il canoista incauto: nel mezzo della corsa il Tergi si infila tra scogliere alte 20 metri e non appena ti sei accorto di aver già perso l'ultimo vortice. All'interno ti aspetta una caduta di 1,5 metri, a luglio quasi 100 cubi premono su enormi massi. Meglio averlo esplorato! Se hai perso l'occasione, prova la linea sulla destra!

Colori splendidi e in mezzo il fiume ruggente.
Colori splendidi e in mezzo il fiume ruggente.
Il cuore del Tergi di alto livello.
Il cuore del Tergi di alto livello.

Chi va d'accordo con il tratto laterale della strada di Tergi potrebbe cimentarsi nella parte alta denominata Gola del Truso. L'insediamento è vicino al confine con la repubblica separatista dell'Ossezia del Sud, quindi probabilmente avrai incontri con i militari. Normalmente i soldati non badano ai rematori fintanto che non salgono la valle più in alto della messa in prossimità di alcune sorgenti sulfuree. Comunque la strada è davvero brutta. Se il livello dell'acqua è alto vale sicuramente la pena di percorrere la gola prima della discesa utilizzando la vecchia strada. È lungo più o meno tre chilometri ed è il modo più semplice per esplorare il fiume. A luglio 2012 il Tergi superiore è ancora un alto e potente classe 5+. In queste condizioni una nuotata qui sarebbe probabilmente letale. Solo quattro di noi accettano la sfida. La corsa è veloce, le buche sono grandi e tante, il cervello pieno di adrenalina, una giornata che non dimenticheremo a lungo. Alla fine dell'estate, quando trovi il Tergi con 20 o 30 cubetti, sperimenterai una grande corsa d'acqua di prima classe, raramente più difficile di un 4+.



Continua con la parte 2 ...



Tutte le foto del viaggio di Advocate in Georgia sono state scattate da Bob Friser e Sei Bauer. Grazie per questo, amici!

, , , segnato
🌍 Prova: Google Traduttore »